Libri: A Palermo presentato il libro “Conoscere la Sicilia” di Sara Favarò

fava

Sara Favarò Arianna Attinasi e il pittore Pippo Made’ autore del quadro che è in copertina

Presso la Sala Rostagno di Palazzo delle Aquile a Palermo, si è svolto, nei giorni scorsi, l’incontro letterario con Sara Favarò che ha presentato il suo ultimo libro , dal titolo: ” Conoscere la Sicilia”; piccola antologia di Storia, Arte e Cultura, edizione Arianna. In questa occasione ha ricevuto il riconoscimento FUIS ( Federazione Unitaria Italiani Scrittori).

Sara sono sempre più felice nel sapere che hai  in serbo per noi sempre nuove sorprese e per chi ti segue, sono “perle” di cultura che  non si possono non leggere ed amare. Ecco vorrei che ai lettori fai un commento sul tuo ultimo “figlio artistico”; il tuo libro dal titolo:” Conoscere la Sicilia”, ci vuoi dire di che cosa si tratta? Continua a leggere

Annunci

PALERMO (CASO MORI): RITIRATA STRATEGICA DEL P.M.

mario

Mario Mori

Il Procuratore Generale al processo a carico del Generale dei C.C. Mario Mori ed altri nel giudizio di appello (promosso dalla Procura contro la sentenza di assoluzione di primo grado) batte in ritirata.

Nella sua requisitoria dibattimentale ha chiesto l’esclusione dell’aggravante dell’aver commesso il fatto (il preteso favoreggiamento personale) allo scopo di favorire Cosa Nostra.

Non è solo un “ridimensionamento” dell’accusa. Continua a leggere

Libri: La Magia di una Donna Libera, del ragusano Mirco Cosimo Angelica

Cosimo Angelica

Mirco Cosimo Angelica

CHIARA FICI INTERVISTA COSIMO ANGELICA

PRIMA DI CHIEDERTI DEL TUO ROMANZO – “MARESCA La magia di una donna libera” – VORREI CONOSCERE L’UOMO CHE STA DIETRO IL ROMANZO, ALMENO NEI TRATTI PIÙ ESSENZIALI.

Sono nato nel lontano 1945 a Monterosso Almo, un piccolo comune montano della provincia di Ragusa. Ho vissuto quasi sempre a Ragusa , la città siciliana più a Sud dell’ Italia. Mi sono laureato in Giurisprudenza a Catania e mi sono abilitato all’esercizio della professione ma non ho mai esercitato. Per moltissimi anni ho profuso il mio impegno nel sociale, ricoprendo cariche politiche nella Democrazia Cristiana a livello locale, regionale e nazionale. Contemporaneamente ho lavorato nella pubblica amministrazione ricoprendo, quasi sempre, ruoli direttivi. Continua a leggere

ALESSANDRA FERRARO,presenta a Catania il libro “NON GUARDATE LA VITA DAL BALCONE.FRANCESCO TESTIMONE DI SPERANZA”, DEDICATO A PAPA FRANCESCO

Ferraro_-_Libro_PapaASSOSTAMPA, RIPARTE “UN GIORNALISTA, UN LIBRO, UN THE”.

Alessandra Ferraro

Alessandra Ferraro

Giovedì 25 settembre, alle ore 18,00, nella sede di Sicilia Mondo, via M.R. Imbriani, 253 (piazza A. Lincoln) di Catania, sarà presentato il libro di Alessandra Ferraro, giornalista della Rai, “Non guardate la vita dal balcone. Francesco Testimone di speranza”, nell’ambito dell’iniziativa organizzata dalla segreteria provinciale di Catania dell’Assostampa, il sindacato unitario dei giornalisti: “Un giornalista, un libro, un the”. L’autrice sarà presentata da Mimmo Azzia, presidente di Sicilia Mondo e dal segretario provinciale di Assostampa Catania, Daniele Lo Porto. La partecipazione è libera Continua a leggere

“Figlia Perfetta” il romanzo opera prima di Maruska Creanza

Incontro con Chiara Fici

la figliaMaruska Creanza è autrice del romanzo la “Figlia Perfetta”,diamo merito a chi fa cultura in Sicilia.

Nasce a Caltanissetta scrittice esordiente con il libro”La Figlia Perfetta”,il suo primo romanzo edito da Photocity.La Figlia Perfetta, è un’avventura di pura ispirazione fantascientifica, tuttavia non manca l’azione e un pizzico di romanticismo. Continua a leggere

La ceramica di Caltagirone e la Scalinata di fuoco e di fiori

Elisa Pulvirenti

Elisa Pulvirenti

di Elisa Pulvirenti

La Scalinata di Santa Maria del Monte venne costruita nel 1606 per collegare la parte antica di Caltagirone, città in provincia di Catania, alla nuova città costruita nella parte alta. La scalinata, lunga oltre 130 metri, con 142 scalini,è fiancheggiata da edifici balconati ed è diventata l’emblema della città ed una delle sue meraviglie.In origine fu costruita a sbalzi che ne interrompevano la pendenza da maestranze gigantesche coordinate dal capomastro regio Giuseppe Giacolone.Ma nel 1844 grazie al progetto dell’architetto Salvatore Marino le varie rampe vennero unificate,e nacquero cosi i scalinatafamosi centoquarantadue gradini della scalinata di Santa Maria del Monte,che dal 1954 è internamente decorata,nelle alzate dei gradini,con mattonelle di ceramica policroma prodotte dalla Maioliche Artigianali Caltagironesi. Da non dimenticare che in ogni alzata di gradino è stato applicato un rivestimento di maiolica policroma,dello stesso tipo di quella che,nei secoli, ha reso famosa la città.La scala illuminata del 24-25 luglio in scalinata fuocoonore della festa del patrono della città “San Giacomo”, coperta da migliaia di lumini a fiammella viva. Poiché in questa occasione viene interrotta ogni forma di illuminazione elettrica, il risultato visivo che ne deriva è una sorta di colata lavica, un fiume di fuoco che nella sua palpitante luminosità disegna eleganti figure decorative, frutto dell’abilità di un capomastro, agli ordini del quale lavorano diverse decine d’addetti alla sistemazione delle lucerne. A formare il singolare arazzo di fuoco è un insieme di quattromila lanternine dette “lumere”.La scalinata fiorata, un omaggio alla Madonna di Conadomini, compatrona della Città (dal 25 Aprile al 31 Maggio 2014). Migliaia di vasi con piante e fiori dalle diverse sfumature di colore, formano un unico grandioso disegno sulla Scala S.Maria di Monte. Da Piazza Municipio e dalla Via P.pe Amedeo è possibile ammirare “L’Infiorata” nella sua interezza. E’ sicuramente uno spettacolo unico nel suo genere insieme alla famosa Scala illuminata di luglio e agosto. La durata di oltre un mese consente a turisti e visitatori di programmare la loro venuta per ammirare la grandiosità della Scala tra ceramiche, fiori e colori di primavera.  scalinata in fiore
La Chiesa di Santa Maria del Monte, più volte danneggiata e riedificata, si trova in cima alla famosa Scala. E’ nata come Chiesa della Matrice prima dell’erezione della Chiesa di San Giuliano come Cattedrale.
La volta della navata centrale è decorata con affreschi realizzati nella prima metà dell’Ottocento dai fratelli Vaccaro. La chiesa Santa Maria del Monte è particolarmente cara ai cittadini di Caltagirone perché in essa è custodita la Sacra Immagine della Madonna di Conadomini che giunse a Caltagirone nella prima metà del 1200 ed è dipinta da ambedue i lati: da una parte l’immagine bizantina della Condomini e dall’altra il Cristo morto che si erge dal sepolcro. Durante tutto il mese di maggio la chiesa è meta di fedeli e pellegrini che rendono culto alla Madonna che dal 1644 viene invocata come compatrona insieme a San Giacomo.

cassatelleInfine per chi volesse rendere indimenticabile la visita  consigliamo di assaggiare i dolci tradizionali calatini:  a Natale le Colorelle alle mandorle,vino cotto o al miele, i Panerelli  a Pasqua ed a dicembre  la Cassatella, tipico dolce siciliano  composto da una tenera pasta frolla dalla forma a mezza luna, spolverata di zucchero a velo, Il suo golosissimo ripieno invece è composto da un impasto di cacao, mandorle tritate, farina di ceci, zucchero e scorza di limone.

Continua a leggere