“Progetto Sicilia nel Mondo” dedicato ai siciliani

sm

Domenico Interdonato, Rosario Lo Faro, Carmen Intile

Il “Progetto Sicilia nel Mondo” dell’Associazione “L’Aquilone” Onlus si prefigge, con la sua azione, di tenere in vita i legami storici e culturali con la Sicilia, degli oltre 8milioni di siciliani sparsi nei cinque continenti. Il progetto sarà seguito e curato dal seguente team: – Rosario Lo Faro, presidente dell’Associazione “L’Aquilone” Onlus; – Domenico Interdonato, direttore responsabile del Giornale “FiloDirettoNews”, testata giornalistica di comunicazione sociale, con una linea editoriale attenta a promuovere la Sicilia, in particolare: l’arte, la cultura e le tradizioni; – Carmen Intile, coordinatrice e “anima” del progetto, già apprezzata collaboratrice di “Sicilia Mondo” e del presidente avv. Mimmo Azzia.

Continua a leggere

Annunci

Progetto “villaggio dei nonni”…!

nonnoProgetto socio assistenziale proposto da:

Patakvölgyi  Judit Henrietta

La base del progetto sarebbe un vero villaggio con casette ecologiche prefabbricate o realizzate negli edifici abbandonati.

Si accolgono beneficenze e donazioni entrambi con biglietti d’ingresso ai programmi organizzati, quali sarebbero:

  • lavori nei giardini
  • serate dei racconti
  • mostre fotografiche di: anziani stessi fotografati con bambini
  • ricevimenti per scrittori che studiano la vita degli anziani
  • giornate di memoria,” come si ricorda la generazione più  anziana”
  • insegnamenti e pratiche “come avere la pratica professionale di professioni scomparse”

Gli anziani, avranno di proprietà ognuno una loro casetta, con servizi sanitari e mensa, piú avranno modo di viaggiare in gruppo (secondo il loro stato di salute), possono partecipare ai programmi del “villaggio dei Nonni” secondo la loro scelta, e secondo il consiglio dei medici.

Garantirà una vita attiva, sana, in compagnia ma mantenendo la propria libertà e beni, fin al giorno ultimo. Saranno a disposizione medici e cuochi e viaggi e programmi del posto.

I bambini, possono entrare con ingesso pagato, ai programmi organizzati, nell’ interno della struttura “villaggio dei nonni”…possono avere esperienze  piacevoli con anziani, anche quelli che già non hanno nonni in famiglia e possono studiare dai anziani e custodire le loro storie in memoria.

Gli anziani possono tenere contatti al estero e viaggiare, nel programma del gemellaggio.

Le mostre, di fotografia custodiranno ogni loro sorrisi e ore passate con gli ospiti…

La loro scienza e sapienza verrà conservata e quindi non va persa.

La persona può entrare con i propri beni, oppure con beneficenze, pertanto, chi non ha una pensione può avere un posto dove  viene presa in cura e stare al sicuro. Possono essere le spese pagate dai giovani, dagli eredi oppure dalle associazioni collaboranti… Cosi evitiamo di lasciare in solitudine una generazione che ha bisogno di noi, non dimenticando che arriva anche il nostro tempo…