Mariella Cutrona:La Santa Comunione nella tradizione di Partinico

carrozza

Aurora Minore, Giuseppe Speciale, e la mamma Mariella Cutrona

Non credo al caso. Non credo che gesti compiuti nelle stesse occasioni, per uno stesso fine, siano senza significato.
Non crediamo che le feste ripetute stagione dopo stagione, anno dopo anno, ritmate con cadenza fisse siano soltanto folklore e antiche  tradizioni.
Una festa è una festa. E anche se viviamo un’attesa piena di entusiasmo, quando tutto è passato, capita di sentirci vagamente svuotati, la vita di ognuno di noi ha le sue scadenze, le sue feste, momenti attesi  che ne segnano inevitabilmente il cammino.
Ogni fiore, ogni colore, ogni dono, sono simboli antichi con un significato profondo, che prima o poi irrompono nella consuetudine del quotidiano e ci danno l’occasione, sia pure  per un attimo, di superare la nostra individualità per farci sentire parte di una comunità viva. – Mariella Cutrona Continua a leggere

Annunci

“La mensa di San Giuseppe” nella tradizione popolare di Partinico

san1La mensa di S. Giuseppe, una tradizione che affonda le radici nella mitologia greca con un preciso richiamo al culto di Demetra. Una celebrazione del 19 Marzo che risale al 1400.  Continua a leggere

“l’intera Sicilia è una dimensione fantastica. Come si fa a viverci senza l’immaginazione?” (Sciascia)

Irene Di Liberto

Irene Di Liberto

Ricordo che quando ero “picciridda”, il rito settimanale più solenne per la famiglia era il pranzo domenicale. Ci si ritrovava in questo particolare momento di aggregazione e si parlava del più e del meno, parlando e litigando con gli altri cugini. Anzi, sarebbe meglio dire, che noi parlavamo; gli uomini (padri, zii e nonni) poco, l’indispensabile. Centellinavano le parole a tal punto che per chiedere qualsiasi cosa, pane, acqua, frutta, sale o aceto, si limitavano ad alzare il dito indice della mano destra e dirigerlo verso l’oggetto desiderato.
Così, io, mia madre, i miei cugini e le mie zie, talvolta con un certo sadismo, facevamo finta di non comprendere cosa volessero e loro, irritati, continuavano a non parlare, ma nervosamente e con strani mugugni provenienti Continua a leggere

Sagra del Tataratà a Casteltermini (AG)

tataratàA Casteltermini il 30 – 31 maggio e 1 giugno 2014 Festa di S.Croce Sagra del Tataratà, riflesso della dominazione araba-musulmana in Sicilia, danza spettacolare travolgente che viene eseguita da duellanti armati di vere spade. Folclore unico nel suo genere, certamente uno dei più antichi nel mondo. La quarta domenica di maggio.

La leggenda vuole che prima della fondazione di Casteltermini delle vacche si Continua a leggere