Antonio Infuso giornalista ma non troppo!…scrittore ma non troppo!…amico troppo sincero! “Papa’” del “Commissario Vega”, il personaggio del suo primo libro dal titolo:” Il commissario Vega – indagine di sola andata”.

vega-in-mano

Antonio Infuso

Antonio vuoi presentarti ai nostri lettori?

Faccio il giornalista da oltre trent’anni, quindi scrivo da quasi tutta la vita. Ho avuto il desiderio di realizzare un romanzo molto spesso, ma ho sempre lasciato perdere. Tutte le volte rinviavo l’appuntamento a un domani imprecisato. Poi, un giorno, per scommessa con una mia amica, ho trovato l’ispirazione, la voglia e la magia dell’atto creativo. Ne è valsa la pena. E’ stato come fare un giro sull’ottovolante: un divertimento elettrizzante. Per il resto, nella vita ho fatto di tutto: barista, scaricatore, speaker radiofonico, dj in discoteca, assistente in una comunità
psico-socio terapeutica, impiegato in un’azienda automobilistica, animatore sportivo e critico cinematografico. “Il commissario Vega – indagine di sola andata” è il mio primo libro pubblicato”.

Continua a leggere

Annunci

Letture: “Le Ragazze dello Zen” a Palermo

saraLa scrittrice, saggista e cantautrice Sara Favarò, leggerà alcuni stralci del suo libro “Le ragazze dello Z.E.N.”, il 27 ottobre dalle ore 9 alle ore 11 presso la S.M.S. “A. Pecoraro” di Palermo, Piazza Europa 110 e giorno 29 ottobre, sabato, dalle ore 11 alle ore 13 per I.T.G. di Vicari, sede associata all’I.i.s.s. di Lercara Friddi, presso la ex Sala Libertà di Vicari.
Gli incontri rientrano nel calendario della manifestazione promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) – attraverso il Centro per il libro e la lettura – e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – Direzione generale per lo studente si svolgerà dal 24 al 29 ottobre su tutto il territorio nazionale, coinvolgendo gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Continua a leggere

Libri:” AI MIEI FIGLI ” Il sole non muore al tramonto… all’alba sarà puntuale, di Santina Gullotto

gulPer tornare alla luce dobbiamo necessariamente attraversare il buio: un passaggio che sembra scontato, ma che Santina Gullotto, rende poesia dell’esistenza, ancora e porto dove approdare per riposare l’anima stanca. Una raccolta di liriche che si snoda in un campo di grano appena mietuto dove le sterpaglie sono in grado di ferire, di incidere segni sul corpo. Gli affetti, l’amore viscerale per i figli, ognuno con il proprio destino, sono e diventano un cantico universale riversato sulle righe per restare memoria. Nulla è lasciato o tralasciato dalla poetessa che, diventa anima parlante elaborando dolori, sconfitte e rinascite di un imprevedibile e doloroso percorso esistenziale. Anche la natura si incide come un quadro nella mente del lettore che ne aspira i profumi, la terra bagnata, il canto degli uccelli, l’erba fresca che spunta sui campi.
Tutto è parte di un’anima che non rinuncia a soffrire dolorosamente per la mancanza del proprio cane, un essere vivente di cui avverte l’abbandono come un lutto.
Le immagini diventano simboli, i simboli pittura che si trasforma in versi in un acquerello di emozioni, di sensazioni, di calde impressioni vitali. I figli, i genitori, gli amici, tutti serrati in un infinito di affetti che si dirama e si spinge verso una speranza mai paga, sempre assetata di linfa vitale. Lo scorrere della vita diventa tra i versi silente e chiaro messaggio di fede incrollabile, una luce che nessun tramonto è in grado di spegnere. Una raccolta che per mano di Santina si trasforma in “romanzo di vita”, percorso di sentimenti, anelito di speranza. Ai miei figli, ai nostri figli, a tutti noi, la poetessa ha regalato schegge indimenticabili che incidono l’anima con profonda e indimenticabile sensibilità.
ANNA RISI

 

 

 

Libri: “Mia Nonna Maria” di Carmen Toscano

carmeCarmen Toscano in questo saggio-biografia ci racconta della sua spensierata fanciullezza trascorsa in una famiglia serena con la nonna paterna che tanto amore le ha trasmesso per la lettura, la poesia e la grande letteratura europea e che le ha inculcato l’amore per il suo fratellastro Antonio Bruno, scrittore e poeta insigne appartenente al movimento futurista a cui, aderì con entusiasmo e che firmò insieme ad altri scrittori dell’epoca, il Manifesto pubblicato da Filippo Tommaso Marinetti. Carmen ci racconta e ci parla della vita dello scrittore a cui, Biancavilla, paese d’origine che il poeta definiva “il selvaggio borgo natio” verso cui mostrò sempre una sorta di amore-odio, ha dedicato il locale museo cittadino,

antonio bruno

Antonio Bruno

presso Villa delle Favare, che raccoglie tutto il fondo Bruniano costituito da oltre seicento scritti. Ed ecco che emerge in tutta la sua drammaticità, l’anima del poeta fatta dallo scrittore Vito Sorbello, pubblicato da Sellerio Editore nel 1989: Antonio bruno uomo colto, raffinato, gobbo, tossicomane, scrittore d’avanguardia, affascinato dal “mal de vivre dei maudits” francesi, alimenta e subisce la sua stessa ambiguità, simbolo nello stesso tempo, di una moda, di un tempo…Non manca nel saggio una disamina attenta delle opere dello scrittore, soprattutto dei suoi componimenti poetici. Continua a leggere

Pomeriggio culturale con Enzo Farinella ed i monaci irlandesi “Sulle strade del mondo”

Enzo-Farinella

Enzo Farinella

Enzo Farinella, nato a Gangi (PA), già addetto culturale a Dublino  dove ha trascorso  gran parte della sua vita, è uno storico, autore di diversi pubblicazioni, giornalista, plurilaureato, Fondatore e Direttore di Casa Italia, corrispondente di Radio Vaticana e di autorevoli testate internazionali. Ha presentato l’ultimo  dei suoi libri  dal titolo “Sulle Strade del mondo” nel salone della Associazione Sicilia Mondo di Via Renato Imbriani  in un pomeriggio culturale, affollato da studiosi, amici e simpatizzanti. Continua a leggere

Antonino Schiera, quando la poesia rispecchia la realtà sociale

schiera ed efrikian

Antonino Schiera e Laura Efrikian

Antonino Schiera nasce a Palermo in una famiglia di lavoratori, nel mese di Marzo del 1966. Sin da piccolo mostra di avere una grande vivacità, sensibilità e voglia di conoscere il mondo. Si diploma nel 1985 e comincia una collaborazione con due testate giornalistiche di Palermo: Giornale di Sicilia e L’Ora. Inoltre fonda e realizza il bollettino informativo per il Centro Culturale “Nuove Prospettive” di Palermo, esperienza quest’ultima breve ma molto significativa. Nel Giugno del 1992, vince il primo premio nazionale indetto dal mensile Millionaire, nell’ambito della creatività, della comunicazione e del marketing, con una sua idea personale ed originale. Continua a leggere

Libro: La Sapienza a banchetto Il servizio come definizione dell’identità cristiana

tony caronna

Tony Caronna

Prefazione di Carlo Bazzi

Il 23 dicembre p.v., nella splendida cornice di Villa Niscemi a Palermo, alle ore 17,00, sarà presentato il nuovo capolavoro di Tony Caronna, La Sapienza a banchetto. Il servizio come definizione dell’identità cristiana, la cui prefazione è stata curata dal grande teologo Carlo Bazzi della Pontificia Università Urbaniana di Roma. Continua a leggere